La canzone Principessa di Marco Masini si scontra purtroppo contro la realtà di tutti i giorni

Leggendo la notizia della ragazza di Monterotondo mi è venuto subito in mente la canzone Principessa di Marco Masini nella quale si parla non solo della violenza che una figlia deve subire da parte del “padre senza un’anima” che “tu zitta tra le lacrime ha fatto tutto lui ubriaco come al solito padrone più che mai“. Il testo di questa canzone è molto forte, non di rado succede con le canzoni di queto artista che per molto tempo è stato sottovalutato dalla critica dei “professoroni della musica” ma non dal pubblico che ha sempre apprezzato il suo parlare in modo schietto aiutato anche dalla sua voce sferzante che riesce ad offrire una grande atmosfera.

A conferma di questo particolare elemento c’è la frase ” dolce figlia di un figlio di puttana” che unisce in sole sette parole l’estrema dolcezza con la rabbia e la voglia di proteggere la propria donna dagli abusi, che possono essere di vario tipo, del proprio padre trasformatosi in orco.

 

Ma la Principessa di Marco Masini non è una vittima e basta perché grazie all’aiuto del ragazzo riesce a scappare dalla propria casa paterna. Ma questo non è tutto perché la “disperata speranza” non è solo per la vittima del padre ma anche per il ragazzo che decide di ripudiare la violenza crescendo e facendolo diventare un uomo migliore. Dice mentre si avvicina verso la propria amata:”avevo un serramanico ma l’ho buttato via in fondo alla discarica venendo a casa tua e lì c’è nato un albero”.

La Principessa di Marco Masini noi della redazione la dedichiamo a tutti coloro che odiano la violenza sulle donne ed una disperata speranza per coloro che subiscono le violenze da un padre, un fidanzato o un marito.