Open di Andre Agassi: la dura strada che porta alla vittoria

Open

Open di Andre Agassi è una dura biografia

Open non è un libro come molti altri perché in queste pagine Andre Agassi, uno tra i giocatori di tennis che hanno lasciato il loro segno indelebile in questo sport. Molto spesso, oserei dire quasi sempre, dietro ad un grandissimo successo c’è abnegazione e disciplina tanto volontaria quanto imposta. La necessità di vinvere arriva a perdere le vere ragioni dell’agonismo lasciando il posto ad un mondo fatto di grandi sofferenze fisiche e psicologiche.

Open di Andre Agassi è anche questo: il mondo dello sport che non è solo le luci della ribalta e la vincita di tornei ma anche la sofferenza che i molti allenamenti portano alla persona. Uno sfogo di un grande atleta che vuole denunciare il grande lavoro che fin da giovani si è sottoposti per cercare di arrivare al massimo. Parla del padre che fin da piccolo lo costringeva a duri allenamenti nel giardino di casa con una sorta di macchina sparapalle. Ma dopo l’amarezza c’è l’orgoglio, più che giustificato per una carriera ventennale sempre al primo posto con oltre mille gare disputate. Per poi parlare delle sue storie d’amore con Steffi Graf e Brooke Shields contornati da moltissime parole per la loro grande forza. Naturalmente non mancano i ricordi delle grandi gare contro i giganti come jimmy Connors, Pete Sampras, Roger Federer e molti altri ancora.

Open è sicuramente un ottimo libro ed Andre Agassi mette a nudo tutti gli aspetti della sua vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *