I migliori dischi dei Queen

Quali sono i migliori dischi dei queen? Sebbene non è facile dirlo abbiamo deciso di indicarne quattro per ragioni differenti

I dischi dei Queen sono sicuramente molto importante se si va a parlare della musica mondiale perché la band inglese è riuscita a produrre testi e melodie molto raffinati e di un livello decisamente elevato. Chiunque ha ascoltato almeno una volta una canzone di questo gruppo musicale perché il suo impatto è stato così elevato da entrare nella cultura mondiale. Sicuramente la possibilità di reperire canzoni di vario tipo può essere stato un impulso non da poco al successo di questi dischi con titoli che hanno ottenuto un grande successo o che sono stati un punto di rottura con il passato.

I migliori dischi dei Queen sono ancora oggi molto amati

Sicuramente una tra le fatiche musicali più amate in assoluto dagli amanti di questa arte è News of the World, uscito nel 1975, che oltre alla consueta ricercatezza di testo e musica viene proposta una copertina di sicuro impatto diventando immediatamente riconoscibile, un robot che mangia gli esseri umani è sicuramente un tema molto particolare. Cinque anni dopo, The Game cambia le regole di questo gruppo andando a strizzare l’occhio alla musica elettrica che stava per diventare lo standard della musica internazionale. Oltre a Bohemian Rapsody che può essere rappresentata una vera e propria pietra miliare della musica internazionale, singolo dell’album A Night of the Opera, non si può dimenticare Innuendo che è l’ultimo disco di questo gruppo inglese prima che la malattia del cantante Freddy Mercury avesse la meglio su di lui.

I tre dischi dei Queen: dove trovarli?

Quando si va a parlare dei dischi dei Queen non si può non collezionare News of the World disponibile da qui, The Game disponibile da questo indirizzo e naturalmente Innuendo in vendita da questa pagina. E’ inoltre interessante reperire A Night at the Opera, non fosse altro per avere la stupenda Bohemian Rapsody, presente qui.

I libri da leggere del 2018

Il 2018 è finito da poco ma quali sono stati i libri da leggere? Non è possibile creare una lista che sia valida per tutti perché i gusti sono gusti quindi un titolo che può essere interessante per una persona potrebbe non esserlo per un’altra. E’ inoltre interessante tenere presente che vi sono molti testi immessi sul mercato ogni anno quindi sarà necessario mettere in evidenza alcuni tra i più importanti testi. Per cercare di andare il più possibile vicino ai gusti di tutti verranno presi da tutte le categorie esistenti. Il libro rimane comunque l’investimento più importante perché ci fa passare del tempo divertendoci, ci rende edotti in una particolare materia e, se trattato bene, durerà per molti anni potendo rinnovare il divertimento praticamente per sempre. Un libro ci mette di buon uomore, ci informa, ci fa arrabbiare e ci fa commuovere. Conoscete un altro prodotto in grado di offrirci tutto questo?

Uno tra i libri da leggere del 2018 è sicuramente Io Resto Qui di Marco Bolzano che parla la storia di Curon, un piccolo paese dell’Alto Adige, e della storia di una diga che per gli abitanti di questo paese sarà tragico. Il libro è reperibile da qui. Per concludere è stato il vincitore del Premio Strega. Daria Bignardi ha pubblicato Storia della Mia Ansia che promette di essere molto potente perché parla di una donna, Lea, che comprende di non doversi più vergognare della sua ansia. Questo libro è in vendita qui quindi se vi interessa un libro d’effetto non potete proprio rinunciarci. Se invece non potete proprio far a meno dei libri gialli allora è consigliabile Follia Maggiore di Alessandro Robecchi in vendita qui.

Questi sono solo alcuni dei libri da leggere del 2018 quindi è possibile tuffarsi in un’ottima lettura.

Smartphone Xiaomi flessibile: tutto ciò che c’è da sapere

Lo smartphone Xiaomi flessibile è finalmente apparso in un blog di tecnologia molto importante andando a mostrare la sua bellezza

Da molto tempo si parlava di uno smartphone Xiaomi flessibili e molte erano le voci online che si stavano rincorrendo nella blogosfera e nei social network. Ed alla fine quando le voci si fanno più insistenti la cosa diventa più seria andando ad un certo punto a materializzarsi ed infatti una cosa del genere è successa. E’ importante tenere presente che non si sta parlando di un prodotto reale pronto per la vendita ma si tratta di un concept che comunque ci mostra al meglio come potrebbero essere i dispositivi mobili di un prossimo futuro.

Vi sono dei render dello smartphone Xiaomi flessibile

I render dello smartphone Xiaomi flessibile sono molto importanti perché vanno a mostrare come questo dispositivo mobile si apre. In effetti in questo particolare telefonino vi sono delle caratteristiche particolari. Il dispositivo è stato presentato ufficialmente a LetsGoDigital dove si parla di questo particolare prodotto che possiede un hardware di primissima qualità con uno schermo in grado di supportare ben due caratteristiche molto importanti: lo schermo pieghevole, quello flessibile e come l’interfaccia grafica del telefono, la MIUI, interagisce quando il dispositivo si piega. Sebbene non siano state rilasciate informazioni particolari riguardo il fornitore con il quale l’azienda cinese ha collaborato per arrivare a raggiungere questo risultato molto importante.

Lo smartphone Xiaomi flessibile è sicuramente un importante dispositivo

Quando si va a vedere il futuro ci si accorge che il mondo dei dispositivi mobili si sta evolvendo sempre di più e la strada degli smartphone flessibili è la strada aperta per questo settore. Non si sa bene quando questo ed altri modelli di questo tipo entreranno nel mercato visto che sono stati presentati al pubblico dispositivi di questo tipo.

Credits immagine in evidenza LetsGoDigital

Visitare il Salento

VIsitare il Salento rappresenta un’ottima occasione per vivere una vacanza da sogno

Visitare il Salento significa poter usufruire di una terra ricca di storia e di un clima decisamente benevolo. Questa terra rappresenta un buon modo di vivere le proprie vacanze nel migliore dei modi possibili. Si deve tenere presente che essendo un lembo di terra tra due mari l’inverno tende ad essere molto gradevole. La cosa interessante inoltre sta nel fatto che d’inverno è possibile, a costi decisamente moderati, fare delle passeggiate sulla spiagge in modo da respirare lo iodio molto per la salute. Inoltre vi sono delle opere d’arte molto importanti che possono certamente offrire la possibililità di variare ogni giorno le cose da vedere e fare.

Visitare il Salento: la natura

Sono molte le spiagge del Salento che vanno ad apprezzare non poco la provincia di Lecce. Si deve tenere presente che essendo una penisola è possibile godere di un lunghissimo tratto di spiagge che vanno a differenziarsi tra il versante ionico e quello adriatico potendo garantire quindi un mare molto pulito. Può essere un punto molto interessante perché riesce ad offrire non solo la spiaggia sia la scogliera mettendo d’accordo tutti i bagnanti. E’ possibile inoltre darsi alle escursioni perché sono presenti una serie di importanti oasi naturalistiche ed una serie di paesaggi davvero da cartolina.

Visitare il Salento: la cultura e la cucina

La cultura e la storia del Salento è millennaria, si parla di quasi seimila anni, hanno portato ad una serie di interessanti opere d’arte e di ritrovamenti archeologici. Immergersi in questo mondo significa poter arricchirsi culturalmente e passare delle giornate da sogno. E’ interessante, per esempio a Lecce, vedere le stupende chiese o i resti dell’Impero Romano ma anche il mondo greco che è stato e rimane un valore aggiunto di tutto il Salento. Ma la cultura è portato anche in tavola con delle pietanze che discendono direttamente dal neolitico.