Evil Empire: l’Impero del Male secondo i Rage Against The Machine

Evil Empire è un disco dei Rage Against The Machine molto interessante sotto molti elementi

Evil Empire dei Rage Against The Machine rappresenta un disco molto interessante per vari motivi partendo dalle sonorità per arrivare al messaggio che le canzoni vogliono trasmettere. In primo luogo il titolo di questo lavoro è abbastanza chiaro perché va a canzonare il modo con cui Ronald Regan tendeva a chiamare l’Unione Sovietica. Il gruppo di Zack de la Rocha ha voluto invece portare canzone dopo canzone tutti gli aspetti che rendono gli Stati Uniti d’America un vero e proprio Impero del Male.

Vi sono canzoni molto interessanti con testi che vanno a colpire come stiletti al cuore dell’Impero con pezzi che hanno portato a vari dischi d’oro e di platino in Europa e nell’America del Nord. Evil Empire dei Rage Against The Machine racchiude le seguenti canzoni: People of the Sun, Bulls on Parade, Vietnow, Revolver, Snakecharmer, Tire Me, Down Rodeo, Whitout a Face, Wind Below, Roll Right e Year of tha Boomerang. Nello specifico i primi due brani di questo disco sono entrati nella classifica Billboard.

Evil Empire dei Rage Against The Machine ha portato ad interessanti sonorità grazie anche alla maestria dell’ottimo chitarrista Tom Morello e del bassista Tim Commerford.  Sebbene non molto conosciuto questa rimane una vera e propria pietra miliare della musica internazionale.

Due libri per l’estate che non possono mancare

Due libri per l’estate da mettere in valigia e portare sotto l’ombrellone perché sotto l’ombrellone la lettura è sempre un’ottima scelta

La stagione oziosa, vuoi per le ferie vuoi per il caldo, porta la migrazione dei vacanzieri ma vi sono i libri per l’estate che possono essere un grande modo di rendere ogni momento della propria vita molto più appassionante e divertente. E’ interessante tenere presente che vi sono una serie di libri adatti ad ogni stagione perché il clima ci modifica il nostro uomore e la nosta voglia di fare.

Abbiamo selezionato come libri per l’estate questi due: Dammi Mille Baci di Tillie Cole e Il Ragazzo Leone di Sonny Olumati. Sono due libri molto differenti tra loro ma possono comunque essere un ottimo modo per passare degli interessanti viaggi in differenti mondi e sensazioni. Il primo parla di un legame molto forte tra un ragazzo ed una ragazza nato in un istante ma che viene custodito e curato per oltre dieci anni mentre l’altro libro tratta di una storia molto delicata ed appassionante. In questo caso l’eroe è un bambino, il suo nome è Primo, che si cimenta in un viaggio tra i pianeti grazie in compagnia del suo pupazzo, Malcom, dove incontrerà mostri, dittatori e regine. Anche se potrebbe sembrare una specie di Piccolo Principe, Primo di Ulumati non solo vede le storture dei pianeti ma cerca anche di cambiare tutto ciò che non va.

Questi due libri per l’estate possono essere un ottimo modo per passare la stagione più calda dell’anno volando con il proprio tappeto volante di carta in mano.

Guida Calibre: leggere ed organizzare i propri libri

Una guida Calibre è importante perché è l’app definitiva quando si parla di leggere ebook

Documenti, libri, fumetti e manuali d’uso una guida Calibre potrebbe essere molto interessante perché questa applicazione può essere definita come onnicomprensiva perché riesce a supportare le principali estensioni. Un altro elemento importante è rappresentato dal fatto che permette di organizzare i propri testi andando a creare una vera e propria biblioteca virtuale. Le funzionalità  in un software sono importanti ma anche l’occhio vuole la sua parte perché l’interfaccia grafica non solo rende più semplice l’uso ma anche più confortevole.

Guida Calibre: quali sono i formati supportati dall’applicazione?

Come anticipato in precedenza, Calibre rappresenta un’ottima opportunità per gli utenti perché supportano vari tipi di formato quindi è possibile visualizzare documenti e libri senza dover prima eseguire la conversione del formato. E’ necessario comunque tenere presente che alcuni formati possono essere più pesanti di altri per le immagini soprattutto quindi non sempre è possibile mantenere la risoluzione. Nello specifico questa applicazione supporta ben ventidue formati tra i quali i più utilizzati sono il lit, il pdf, mobi ed epub.

Guida Calibre: la prima volta che lo usiamo e le caratteristiche

Quando mettiamo in esecuzione Calibre per la prima volta sarà necessario aprire il software in modo tale da poter scegliere la lingua ed il tipo di supporto. E’ interessante tenere presente che attualmente vi sono moltissimi dispositivi in grado di leggere questi file ma posseggono specifiche tecniche molto differenti quindi si va a determinare con molta attenzione se, per esempio, lo schermo è e-Ink, quindi bianco e nero, e gli schermi a colori che possono quindi offrire prestazioni migliori soprattutto se si va a parlare della visualizzazione di testi con la possibilità di poter godere al massimo della visualizzazione. E’ possibile aggiungere libri dalle cartelle andando a

Marco Masini – Principessa: dedicata alle figlie di padri senza un’anima

La canzone Principessa di Marco Masini si scontra purtroppo contro la realtà di tutti i giorni

Leggendo la notizia della ragazza di Monterotondo mi è venuto subito in mente la canzone Principessa di Marco Masini nella quale si parla non solo della violenza che una figlia deve subire da parte del “padre senza un’anima” che “tu zitta tra le lacrime ha fatto tutto lui ubriaco come al solito padrone più che mai“. Il testo di questa canzone è molto forte, non di rado succede con le canzoni di queto artista che per molto tempo è stato sottovalutato dalla critica dei “professoroni della musica” ma non dal pubblico che ha sempre apprezzato il suo parlare in modo schietto aiutato anche dalla sua voce sferzante che riesce ad offrire una grande atmosfera.

A conferma di questo particolare elemento c’è la frase ” dolce figlia di un figlio di puttana” che unisce in sole sette parole l’estrema dolcezza con la rabbia e la voglia di proteggere la propria donna dagli abusi, che possono essere di vario tipo, del proprio padre trasformatosi in orco.

 

Ma la Principessa di Marco Masini non è una vittima e basta perché grazie all’aiuto del ragazzo riesce a scappare dalla propria casa paterna. Ma questo non è tutto perché la “disperata speranza” non è solo per la vittima del padre ma anche per il ragazzo che decide di ripudiare la violenza crescendo e facendolo diventare un uomo migliore. Dice mentre si avvicina verso la propria amata:”avevo un serramanico ma l’ho buttato via in fondo alla discarica venendo a casa tua e lì c’è nato un albero”.

La Principessa di Marco Masini noi della redazione la dedichiamo a tutti coloro che odiano la violenza sulle donne ed una disperata speranza per coloro che subiscono le violenze da un padre, un fidanzato o un marito.

Fryderyk Franciszek Chopin: scopriamo i suoi notturni

I notturni di Chopin rappresentano una pietra miliare della musica internazionale

I notturni sono delle composizioni nate intorno al diciassettesimo secolo e traggono il loro nome dalla notte e sono nati durante il periodo romantico riuscendo ad ottenere un grande successo nel corso dei secoli. In sostanza si deve tenere presente che questo stile musicale è dolce e con un incedere moderato. Si deve tenere presente che questo musicista è probabilmente uno tra i più famosi in assoluto anche tra chi non ha molte conoscenze in questo campo.

Una caratteristica dei notturni di Chopin sta nel fatto che riesce a coinvolgere al completamente colui che l’ascolta, non c’è bisogno di parole perché l’emozione viene trasmessa dalle note perfettamente eseguite.

Il notturno non è una musica da grande orchestra perché rappresenta una musica per solisti infatti c’è solo il pianista di fronte al pubblico. Questo artista fu fortemente influenzato da John Field che comunque inventò questo genere. L’artista polacco riuscì ad offrire qualcosa in più rispetto all’irlandese riuscendo ad offrire dei lavori molto più complessi rispetto al suo “mentore”. Il pentagramma per questo artista è un foglio, il pianoforte la penna e le note la sua bellissima poesia.

I notturni di Chopin sono un ottimo modo per rilassarsi, io lo ascoltavo spesso quando studiavo, o per creare un’atmosfera davvero molto romantica e raffinata.

Tre dischi che voglio comprare

Amo Youtube perché mi permette di sentire le canzoni in modo da poter scegliere i dischi da comprare

In questa piccola guida andrò a parlare dei dischi che io sinceramente reputo interessanti. Dopo aver visto in giro ciò che ci offre il mercato musicale attuale sinceramente non ho potuto non rilevare come ci sono davvero poche opportunità per una persona che ama la buona musica e che vorrebbe, inserendo il proprio cd nel lettore, potersi divertire e godere di una musica di un certo livello. Sinceramente ho letto un pò di articoli anche in rete come per esempio quello di Marshmello, molto interessante anche se ho notato, con mio grande disappunto che non fa dischi ma solo serate e concerti, molto spesso con altri artisti di primo livello sempre nella musica elettronica. Da notare c’è anche la possibilità di avere acquistare la sua linea di abbigliamento. Noterete sicuramente che non vi sono titoli che avete potuto ascoltare al Festival di San Remo.

Vediamo i dischi che voglio acquistare:

Marco Masini – Spostato di un secondo

E’ un disco che crea una cesura con i vecchi lavori sebbene la sua vena poetica e la sua voce graffiante e coinvolgente rimangano intatte.  Sembra essere la voglia di fare introspezione con musica e testi decisamente ricercati e molto coinvolgenti.

Green Day – 8 bit Misfits

Questo è un album particolare e poco conosciuto dei Green Day ma qui non vedrai mai dischi che vengono osannati dai grandi siti e televisioni musicali qui abbiamo il compito di scoprire la musica nella sua forma migliore. L’8 bit music rappresenta la musica presente nei videogiochi di molti anni fa. In questo disco, solo strumentale, c’è la riproposizione dei grandi dischi di questa famosissima band.

 

Tom Morello – The Atlas Underground

 

Da amante della buona musica non potevo certamente non citare l’ultimo album di Tom Morello perché rappresenta probabilmente il migliore chitarrista attualmente in vita ed attivo. Ha suonato in gruppi storici come i Range Against The Machine e gli AudioSlave.

 

Musei interattivi per bambini: convengono?

I musei interattivi per bambini sono delle strutture dove l’arte e la scienza si uniscono per creare qualcosa di eccezionale.

I musei interattivi per bambini rappresentano una parte interessante dell’aspetto museale internazionale perché tramite questo tipo di struttura è possibile rendere la scienza non una serie di materie ostiche ma un modo interessante per conoscere giocando ma la cosa molto interessante sta nel fatto che anche gli accompagnatori adulti possono conoscere nuove cose oppure riscoprire cosa che si credevano ormai dimenticate. Si può quindi tenere presente che per ogni museo vi sono delle particolari strutture e modalità di apprendimento che possono andare a variare in base alle caratteristiche tecniche che sono state inserite al loro interno. Si deve tenere presente che alcune possono essere più legate alle caratteristiche specifiche del territorio mentre altre possono trattare argomenti scientifici più generali. Tutto ciò porta ad una serie di caratteristiche particolari che rendono uniche l’esperienza del viaggio nella scienza.

Dalla Valle d’Aosta fino a Napoli i musei interattivi per bambini più interessanti

Torino, Milano e Napoli sono tre mete molto interessanti per tutti coloro che hanno intenzione di effettuare un viaggio che sia non solo interessante per i locali o per i monumenti storici ma anche per i musei dedicati ai bambini. Le scienze sono molto interessanti e vale la pena scegliere quello che più può interessare al nucleo familiare. Per esempio c’è il Museo A come Ambiente che tratta di temi particolrmente interessanti perché va a trattare di tematiche ambientali complete. Il Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci a Milano riesce ad offrire una serie di interessanti argomenti tecnici come anche la Città della Scienza di Napoli che nonostante i danni riportati da un incendio doloso è stato ricostruito creando una struttura ancora più grande ed interessante.

Musei interattivi per bambini: tante opportunità per divertirsi imparando

L’Italia ha moltissimi altri strumenti che possono essere visitati per avere delle interessanti opportunità.

Ebook o libro cartaceo?

Ebook o libro cartaceo? Questo è il dilemma che attanaglia moltissimi lettori. La tecnologia moderna sta avanzando in tutti i settori quindi è normale che prima o poi avrebbe rivoluzionato anche il settore dell’editoria. In effetti la modernità ha portato a molti aspetti positivi ed altri negativi ma soprattutto sta diventando un punto di riferimento per le aziende che non vogliono chiudere i battenti. In effetti il mondo digitale ha creato una vera e propria rivoluzione dalla quale non c’è modo di tornare indietro. Ha portato ogni persona ad avere un grande numero di informazioni direttamente sul proprio computer ma soprattutto ha reso più facile per chiunque diventare editore di sé stesso. Non ci vogliono più costosissime apparecchiature ma basta un computer, qualche programma e tutto è fatto.

Cos’è un ebook? E quali sono le differenze con il libro cartaceo?

Molto probabilmente tutti noi sappiamo cos’è un ebook ma è meglio ricordare che un prodotto digitale in generale è in grado di modificare l’editoria così come la conosciamo. Un libro digitale può essere portato sul proprio telefono e visto in qualsiasi momento oppure creare una vera e propria biblioteca ma c’è sempre un ma. Coloro che amano la tradizionale carta che accarezza la tua pelle, odorare il profumo dell’inchiostro e nelle giornate romantiche sedersi vicino ad una finestra con una tazza di te e perdersi in viaggi mai fatti prima, amare chi non ameremo mai e lottare contro enormi eserciti o draghi assetati di sangue umano.

ebook o libro cartaceo? Tutto dipende dai tuoi gusti

Alla fine non si può affermare con sicurezza quale siano i formati preferiti perché alla fine ognuno sceglie in base ai loro gusti. Molto spesso chi acquista la versione cartacea acquista anche la versione ebook. Non di rado viene messa a disposizione di chi acquista la versione cartacea anche quella digitale.

I migliori dischi dei Queen

Quali sono i migliori dischi dei queen? Sebbene non è facile dirlo abbiamo deciso di indicarne quattro per ragioni differenti

I dischi dei Queen sono sicuramente molto importante se si va a parlare della musica mondiale perché la band inglese è riuscita a produrre testi e melodie molto raffinati e di un livello decisamente elevato. Chiunque ha ascoltato almeno una volta una canzone di questo gruppo musicale perché il suo impatto è stato così elevato da entrare nella cultura mondiale. Sicuramente la possibilità di reperire canzoni di vario tipo può essere stato un impulso non da poco al successo di questi dischi con titoli che hanno ottenuto un grande successo o che sono stati un punto di rottura con il passato.

I migliori dischi dei Queen sono ancora oggi molto amati

Sicuramente una tra le fatiche musicali più amate in assoluto dagli amanti di questa arte è News of the World, uscito nel 1975, che oltre alla consueta ricercatezza di testo e musica viene proposta una copertina di sicuro impatto diventando immediatamente riconoscibile, un robot che mangia gli esseri umani è sicuramente un tema molto particolare. Cinque anni dopo, The Game cambia le regole di questo gruppo andando a strizzare l’occhio alla musica elettrica che stava per diventare lo standard della musica internazionale. Oltre a Bohemian Rapsody che può essere rappresentata una vera e propria pietra miliare della musica internazionale, singolo dell’album A Night of the Opera, non si può dimenticare Innuendo che è l’ultimo disco di questo gruppo inglese prima che la malattia del cantante Freddy Mercury avesse la meglio su di lui.

I tre dischi dei Queen: dove trovarli?

Quando si va a parlare dei dischi dei Queen non si può non collezionare News of the World disponibile da qui, The Game disponibile da questo indirizzo e naturalmente Innuendo in vendita da questa pagina. E’ inoltre interessante reperire A Night at the Opera, non fosse altro per avere la stupenda Bohemian Rapsody, presente qui.

I libri da leggere del 2018

Il 2018 è finito da poco ma quali sono stati i libri da leggere? Non è possibile creare una lista che sia valida per tutti perché i gusti sono gusti quindi un titolo che può essere interessante per una persona potrebbe non esserlo per un’altra. E’ inoltre interessante tenere presente che vi sono molti testi immessi sul mercato ogni anno quindi sarà necessario mettere in evidenza alcuni tra i più importanti testi. Per cercare di andare il più possibile vicino ai gusti di tutti verranno presi da tutte le categorie esistenti. Il libro rimane comunque l’investimento più importante perché ci fa passare del tempo divertendoci, ci rende edotti in una particolare materia e, se trattato bene, durerà per molti anni potendo rinnovare il divertimento praticamente per sempre. Un libro ci mette di buon uomore, ci informa, ci fa arrabbiare e ci fa commuovere. Conoscete un altro prodotto in grado di offrirci tutto questo?

Uno tra i libri da leggere del 2018 è sicuramente Io Resto Qui di Marco Bolzano che parla la storia di Curon, un piccolo paese dell’Alto Adige, e della storia di una diga che per gli abitanti di questo paese sarà tragico. Il libro è reperibile da qui. Per concludere è stato il vincitore del Premio Strega. Daria Bignardi ha pubblicato Storia della Mia Ansia che promette di essere molto potente perché parla di una donna, Lea, che comprende di non doversi più vergognare della sua ansia. Questo libro è in vendita qui quindi se vi interessa un libro d’effetto non potete proprio rinunciarci. Se invece non potete proprio far a meno dei libri gialli allora è consigliabile Follia Maggiore di Alessandro Robecchi in vendita qui.

Questi sono solo alcuni dei libri da leggere del 2018 quindi è possibile tuffarsi in un’ottima lettura.