Libri Francesco Guccini: tra la Via Emilia ed il West

I libri di Francesco Guccini sono molto particolari perché si parla di argomenti variegati e da ciò si nota, come se ce ne fosse bisogno

Francesco Guccini è un cantautore che, come tutti sanno, inserisce nella musica ricercata testi di grande livello creando delle vere e proprie opere d’arte di grandissimo pregio. Per farsene un’idea è possibile leggere la recensione ..se io avesssi previsto tutto questo… di Francesco Guccini presente sul sito bitmagazine.Tornando a parlare di libri andremo ad analizzare questi titoli: Tralummescuro: ballata per un paese al tramonto, Magnifici Malfattori ed Un Matrimonio, un Funerale per non parlar del gatto.

Tralummescuro: ballata per un paese al tramonto è un racconto molto intimo ed interessante che va a parlare della sua terra ma soprattutto di quella parte della giornata, poco prima del tramonto, nel quale i colori, la luce e le ambientazioni dell’Appennino ti portano ad una ricerca introspettiva. Magnifici Malfattori è un libro dedicato ad un argomento molto amato dal cantautore barra scrittore emiliano ovvero i briganti dell’Appennino tosco-emiliano. I tre principali sono Domenico Tiburzi, Tommaso Bartolomei ed Enrico Stoppa in un’epoca in cui il brigante era una figura quasi romantica con i suoi racconti e le sue canzoni. Il brigante visto non tanto come il delinquente moderno ma un uomo che lotta contro il potere costituito reo di averlo messo agli angoli della società. Altro libro interessante è Un matrimonio, un funerale per non parlar del gatto perché si va a parlare delle vicissitudini del piccolo Francesco Guccini andando comunque a dipingere un piccolo mondo antico che ormai non esiste più: migliore o peggiore di quello attuale? A voi l’ardua sentenza.

La cosa principale da ricordare è che questi tre libri di Francesco Guccini possono essere considerati quasi necessari per fare una bella lettura.