Tre libri gialli che ti sorprenderanno

Ce ne sono molti di libri gialli ma alcuni non possono non essere letti

Quali sono i libri gialli che non possono mancare nella propria libreria? In effetti ci sono molti autori che scrivono libri appartenenti a questo genere letterario ma alcuni hanno una marcia in più perché sono stati pensati per scalare la vetta delle classifiche ed essere mangiati in qualsiasi occasione. In questa guida alla lettura andremo a parlare di tre autori italiani che possono essere considerati come dei veri e propri capolavori di quel genere. In primo luogo tratteremo di nuovo il compianto Andrea Camilleri quindi Carlo Lucarelli, un giallista molto conosciuto per i suoi libri ma anche per le sue trasmissioni alla televisione, ed Alessia Gazzola.

In verità si potrebbe scrivere saggi interi su Andrea Camilleri ma in questo caso il primo dei tre libri gialli che prendiamo in considerazione è il Cuoco dell’Alcyon perché non solo tratta della misteriosa goletta ma anche per il grande rischio che il Commissario Montalbano sta correndo visto che sta per essere allontanato dalla polizia. Di Carlo Lucarelli si deve citare Guernica, un libro con un interessante titolo non solo perché riprende la famosa tela di Picasso ma anche per il grande bombardamento del guerra civile. Ed è proprio in questo contesto che si svolge la storia di due collaborazionisti. Un libro con tutta la violenza di una guerra cruenta senza quartiere. Infine Alessia Gazzola nella sua Lunga Estate Crudele parla di una giovane specializzanda in medicina legale, Alice Allevi, che si perde nelle sue fantasie investigative.

Questi sono tre libri gialli molto interessanti per coloro che amano un’ottima lettura.